Progetto ClickYourself - InfraMente

Vai ai contenuti

Menu principale:

SERVIZI ATTIVI

SCUOLE

PROGETTO CLICK YOURSELF

2014

inframente
media
articoli


COSA

"Click Yourself" è un progetto che ha come obiettivo la prevenzione dei comportamenti violenti negli adolescenti tramite l'utilizzo della fotografia.

Il fine del progetto è  quello di insegnare ai ragazzi a riconoscere, esprimere e gestire le emozioni considerate "negative" (es: rabbia, ira, collera...) condividere questi stati d'animo con l'altro e comunicarli adeguatamente nelle relazioni.
La non espressione porta ad un accumulo emotivo che genera comportamenti aggressivi e violenti.

A scuola, attraverso la costruzione di un laboratorio di fotografia digitale dedicato alle emozioni ed alla loro rappresentazione, i ragazzi hanno realizzato ritratti fotografandosi a vicenda.



CHI

Nel 2014, il progetto ha coinvolto le classi del Liceo Classico "Alessandro Volta" di Como.  Vogliamo dire a tutti coloro i quali hanno reso possibile questa avventura il nostro


GRAZIE


Grazie al Preside che ha aderito confermando  l'interesse della scuola a promuovere l'educazione delle nuove generazioni al rispetto ed alla non violenza.

Grazie a tutti gli insegnanti che hanno donato le loro ore di lezione ed in particolare alla Prof.ssa Orefice che ha sposato il nostro progetto fon dal primo giorno e con il proprio impegno e la propria professionalità ci ha permesso di realizzarlo.


Grazie ai genitori degli alunni che, firmando le liberatorie, hanno permesso di esporre le immagini realizzate dai loro Ma soprattutto GRAZIE ai ragazzi che con il loro impegno, genuinità ed allegria, hanno realizzato le fotografie:


Letizia, Alice, Federica, Matteo, Guenda, Giorgia, Elisa, Priscilla, Luigi, Marta, Gabriella, Virginia, Beatrice, Zeno, Giuseppe, Alessandra, Sara, Alessia, Simone, Pierre, Massimiliano, Michele, Arianna, Ludovica, Martina, Federico, Federico, Manu, Ilaria, Masha, Anna, Mattia, ERICA, Giorgia, Beatrice, Pietro, Giulia, Samia, Gabriele, Rebecca, Giulia, Tommaso.


COME

Nel marzo 2013, con lo scopo di finanziare il progetto Click Yourself , InfraMente ha allestito "Quiet Revolution", nella cornice di storia e cultura del Teatro Sociale di Como.
Un progetto artistico di  Chris Costa che ha creato i presupposti per un collettivo d'eccezione. Per la prima volta sei giovani musicisti e compositori di fama internazionale improvvisano una "Quiet Revolution" benefica liberando il proprio talento musicale in una galoppata di contrappunti, ritmi e pause trascinanti ed emozionanti.
Uno spartito senza note per uno scopo benefico, una performance live che ha trasceso i generi musicali lasciando spazio all’interpretazione, all’interplay e all’improvvisazione.

Chris Costa (
cantante, polistrumentista, arrangiatore, produttore. Collabora con molti artisti tra cui Malika Ayane e Cesare Cremonini), Phil Mer (batterista di Pino Daniele, Noa, Patty Pravo, Malika Ayane, Pooh e molti altri),  Claudio Filippini, (pianista di Mario Biondi e collaboratore stabile di Fabrizio Bosso), Luca Boscagin (chitarrista rock e jazz, ha suonato con Eliot Zigmund, Gianni Basso. Collabora stabilmente con Jim Mullen, leggenda dell jazz blues inglese), Andrea Lombardini (bassista. Ha partecipato alle registrazioni dell’ultimo disco di Chris Costa con i "Mood Filter", ha collaborato con Francesco Bearzatti, Gianluca petrella; Chiara Canzian e molti altri), Fulvio Sigurtà (trombettista, detentore del premio top jazz 2012. Collabora stabilmente con Enzo Pietropaoli, Mauro Ottolini, Nostalgia 77 e molti altri).



GRAZIE A...

Si ringraziano anche:

Con il patrocinio di:


Si ringraziano anche: CHRIS COSTA, LUCA BOSCAGIN, PHIL MER, FULVIO SIGURTÀ’, ANDREA LOMBARDINI, CLAUDIO FILIPPINI per averci sostenuto in questo viaggio e senza i quali tutto ciò non esisterebbe, ALBERTO PONTICELLI per aver impresso la sua arte sulle nostre magliette, LORENZO BUTTI per il suo prezioso tocco creativo, MAURZIO PRATELLI, ALESSIO BRUNIALTI, FABRIZIO BIASIN per aver tradotto la musica in parole (e averle stampate), LORENZO CANALI per l'energia con cui sempre divulga nell'etere le nostre nuove avventure; il Dott. BORTOLOTTO per la sua discreta ma fondamentale presenza, ANGELA BRACUTO per il suo entusiasmo, l'estrema disponibilità e la grande condivisione, LUCA TREVISANI per i suoi fantastici scatti, MARTINA VALAGUSSA, ANDRES FLORES, GIACOMO TESSAROLO per le riprese video, CHIARA ANZANI e SUSANNA SALARDI per la vicinanza e l'appoggio, TOMMASO FARA per il suo amore per la musica.


Un GRAZIE numeroso a tutti coloro che hanno detto PRESENTE, dimostrandoci di aver creduto in noi, partecipando con sorrisi, entusiasmo, foto, passaparola,"like", energia …


vanessa vecchi, franca rassu, francesca caglio, stefania bianchi, arianna brenna, roberta butti, luca cioppo morganti, andrea, marzia mattei, adriana pelliccia, elena&michele viganó, paola tuia&mamo colombo, francesco mantero, alessio brunialti, laura radaelli, alberto&francesca gianoli, roberta castelli&filippo mascetti, davide&elena ballerini, andrea&monica morganti, daniele valsecchi, marco albanese, virginia anzani&leo monteleone, alessia&luca, francesco fasola, bruno dotti, paolo benzoni&francesca agostoni, marco cassina, silvia butti&stefano cairoli, chiara perego meroni&fabio bivaschi, federica invernizzi, moki raiola, paola picovick, alberto bernasconi, manu cattaneo, nadia veronella, lella bernasconi, chiara panzeri, sticchio, ettore dell'orto, michela antinozzi, matteo cervellin, alice battaglia, emanuele vedova&valentina introzzi, simona serino, monica doria, ste d'aluisio, laura di martino, stefano de cesare, stefania novati, francesca guarisco, linda morelli, fabrizio musa&benedetta peluso, marta lucingoli, floriane gotard, beatrice vinciguerra, guido prandin, francesco moretti, piera ballabio&maurizio garreffa, francesco&maria garreffa, mariella&emilio ballabio, edy&franco molteni, marzia franceschello, cristina caccavari&francesco ruffolo, maurizio malacarne, gianluca tosti, marco roveda, betta cavalleri&peo rampoldi, masca mauri, giovanna petazzi, eleonora galli, lucia taiana, simona trombetta, nunzio barone silvestri, susanna barlascini&davide rigamonti, fabio taiana&roberta testa, emy terragni&chicco franzaresi, eleonora gabrielli&stefano botta, tomaso vaghi&stefy secchi, paola gervasini, alessandro meroni&silvia chiesa&martina meroni, mara piazzoli, alessandra vassalli, maria cavadini&paski, simona airoldi, nicoletta citterio&nicolo broggi, guido giamminola&silvia di toro, enrico galbiati, davide busana, alberto roncoroni, pier&simona raggi, manu, daniela liuzza&carlo cairoli, federico ronzoni, ambra bossi, andrew giamminola, leo castoldi&laura piffaretti, alexio galli, claudio della torre, michele pedretti, samuele ancarani, paolo&mariella butti, luigi&luciana&chris uboldi, margherita giamminola&stefano mossino, claudio della torre, francesca astesani&chicco bianchi , alda astesani&cristian colombo, annalisa tentori, stefano cartella cairoli, ciccio bassani&cri, elena, maria antonello, teresa saibene, barbara marelli, deborah terraneo&trudy, alessandro pivitera&nicola squillace, valentina tassone&paolo molteni, simona sala&gaetano casalino, silvia caironi, ester cattaneo, federica priante&massi villa, sergio beretta, anna arnaboldi, antonella colombo, paola zanotti, adelangela porro, lalla corti, gaia meroni&fabio poletti…


...E TUTTE LE PERSONE CHE NON TROVANO IL LORO NOME MA ERANO PRESENTI e hanno reso possibile il nostro sogno!



inframente

PERCORSO DI SENSIBILIZZAZIONE SULLO STALKING

2013

Il progetto si è svolto all’Istituto superiore Monnet di Mariano Comense grazie al contributo del Comune di Mariano Comense ed  ha coinvolto le classi terze e quarte dei vari indirizzi con lo scopo di sensibilizzare la popolazione giovanile sugli aspetti psicogiuridici dello stalking e facendo conoscere ai giovani questo fenomeno in tutte le sue parti.

OBIETTIVI

I workshop hanno avuto lo scopo di:

  • Informare a livello psicologico e giuridico non solo coloro che pensano di essere vittime, in modo che agiscano per difendersi, trovino la forza per farsi aiutare con la consapevolezza di essere responsabili della propria sicurezza , ma anche le potenziali vittime affinchè imparino a distinguere le forme di molestie che nel tempo potrebbero trasformarsi in veri e propri atteggiamenti persecutori;


  • Dialogare e comprendere per educare in primo luogo al rispetto dell'altro in senso più ampio e quindi dell'altro inteso come partner. Per comprendere quali sono le dinamiche relazionali che investono i giovani e quali i punti d'attrito.


  • Fornire gli strumenti per difendersi da questa forma di reato, per poter chiedere aiuto e per sapere a chi rivolgersi presentando l’attività dello sportello Stalking di Mariano Comense.



inframente
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu